Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookies policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
0 Item

Carrello(0)

Non ci sono più articoli nel tuo carrello
Iva inclusa 0,00 €
Totale (Tasse incl.) 0,00 €
Come e quando effettuare pulizia e manutenzione degli impianti di riscaldamento # 2 Caldaie

Come e quando effettuare pulizia e manutenzione degli impianti di riscaldamento # 2 Caldaie

Riscaldamento 0 Comments

Fa caldo e stai pensando a mandare in vacanza la tua caldaia, o comunque a darci un taglio per un po'. A tale scopo abbiamo creato questo post con cui ti aiutiamo a capire cos'è e quando fare pulizia e manutenzione caldaia.

Senza perder tempo, partiamo dal secondo interrogativo, il quando. Pulire la caldaia in primavera o estate è altamente consigliato perché ti permetterà di evitare spiacevoli sorprese quando l'inverno busserà alle porte e urgerà accenderla a pieno regime.

Inoltre tenere sotto controllo questo impianto di riscaldamento in questi giorni ti frutterà molto nell'immediato futuro, perché il corretto funzionamento delle caldaie di ultima generazione si basa sull'erogazione a bassi giri ma costante di acqua calda in modo da sprecare meno energia e risparmiare sui consumi. Molte caldaie sono predisposte con Modalità Estate che consentono di viaggiare con bassi livelli di temperatura massima senza interrompere l'accensione dell'impianto. Molti esperti sono d'accordo sul fatto che questo accorgimento prolunghi la vita media di una caldaia.

Manutenzione e revisione caldrevisione della caldaia aia, cosa controllare

Anche per le caldaie esiste una manutenzione che possiamo chiamare ordinaria, per distinguerla dalla revisione che segue un calendario ben specifico, diverso da caldaia a caldaia ma pure - come vedremo a breve - da Regione a Regione. Entrambe le operazioni vanno effettuate da tecnici specializzati , che dopo aver fatto le verifiche di routine, compileranno il libretto della caldaia con i nuovi risultati di test e la prossima scadenza di revisione caldaia. La  comprende:

  • Controllo delle componenti più soggette a deterioramenti (camera di combustione, ventilatori, guarnizioni di tenuta, elettrodi, pressostati ecc. ecc.)
  • Pulizia generale della caldaia

Accanto alla manutenzione ordinaria, c'è poi la revisione della caldaia la cui principale verifica è il controllo fumi caldaia. Si tratta di un test per la regolazione del bruciatore, delle temperature dei fumi di combustione e i valori di tiraggio della caldaia. A termine di questa verifica il tecnico manutentore assegnerà il bollino blu alla caldaia testata. La verifica dei fumi di scarico rappresenta un obbligo per quasi tutti gli impianti di riscaldamento separati da un sistema centrale, come le stufe a pellet, a cui abbiamo dedicato un precedente articolo sulla pulizia e manutenzione.

Dicevamo, non è possibile stabilire il periodo migliore per effettuare la revisione caldaia che vada bene a tutti e questo per un semplice motivo: dal 2013 sono cambiate le revisioni in base alle tipologie della caldaia. Così oggi sono soggette a revisione:

  • 1 volta all'anno le caldaie con potenza superiore a 100kw, che funzionano con combustibile liquido o solido
  • ogni 2 anni quelle con potenze superiori a 100kw che funzionano a gas metano o GPL oppure le caldaie con potenza compresa tra 10 kw e 100 kw funzionanti con combustibile liquido o solido
  • ogni 4 anni le caldaie con potenza compresa tra 10 kw e 100 kw a gas, metano o gpl

Per quest'ultima casistica le Regioni possono predisporre deroghe dei termini, potendo così legiferare di maniera autonoma. La deroga è inoltre prevista laddove debitamente specificato dal produttore o dal precedente tecnico revisore.